Adolescenza ma è davvero tutto da buttare?

3
185

In genere quando si parla di adolescenza pensiamo solo ed esclusivamente al disagio, ai cambiamenti turbolenti e alle difficoltà che si incontrano. Davvero non ci sono cose positive in adolescenza? Scoprilo insieme a me.

L’adolescenza plasma il nostro cervello, potenziando alcune competenze a discapito di altre. Non ti spaventare caro genitore, non si tratta di qualcosa di negativo, anzi. Ti sto solo dicendo che alcune competenze, cognitive e relazionali, lasceranno il posto ad altre. Per dirla in maniera corretta tali competenze, che rimarranno stabili nel resto della vita, trovano il loro primo sviluppo proprio in adolescenza. Ecco perché, essendo un periodo di ristrutturazione ed organizzazione, l’adolescenza rappresenta un periodo di straordinaria ricchezza e potenzialità. Allo stesso tempo, essendo un periodo altamente sensibile, deve essere tutelato con tutti gli accorgimenti che abbiamo visto finora. Voglio anche ricordati, senza spaventarti, che essendo l’adolescenza un periodo di transito e di sensibilità, che bisogna stare attenti, poiché, è in questo periodo che possiamo scoprire con più precisione,  i primi segni gran parte delle patologie psichiche.

 Tutto questo deve farci capire l’alto potenziale di questo periodo e soprattutto, quanto noi genitori siamo importanti per i nostri figli, forse anche di più della prima infanzia. Facci caso, caro genitore, quando abbiamo un figlio piccolo siamo tutti presi e attenti alla sua salvaguardia e al suo benessere. Quando nostro figlio cresce, sviluppa una sua personalità, il più delle volte non condivisa da te ecco che in te nasce quasi un rifiuto. Non ti sto rimproverando, ti sto dicendo che se impari a guardare tuo figlio come giusto che sia, quindi come una persona indipendente da te, riuscirai a scorgere anche la bellezza di questo periodo. E se proprio non ci riesci ricorda la tua adolescenza, ricorda le nuove scoperte e ricorda cosa avresti voluto dai tuoi genitori.

Un consiglio per le vecchie e nuove generazioni: c’è una vecchia canzone degli anni sessanta che trovo intramontabile e vera, ascoltala e ricordala ogni volta che penserai a tuo figlio e tu figlio pensa che la vita è un ciclo e forse da grande anche tu ti troverai con tuo figlio nella fase che i tuoi genitori hanno con te. Comunicate e sarete felici. Alla prossima!

Sai, quelli che non ci voglion bene

è perché non si ricordano

di esser stati ragazzi giovani

e di aver avuto già la nostra età…

 

3 Commenti

    • Grazie a te per essere passata, quello che posso dirti adesso è questo:- Coltiva da adesso il rapporto, anche se a volte si è stanchi i nostri piccoli vogliono solo sentirsi sereni di poter comunicare e da adolescente tendi un orecchio alla tua di adolescenza. Ricorderai e riuscirai sicuramente ad avere un buon rapporto con i tuoi figli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here