Come relazionarsi con chi segue un percorso dimagrante

0
182

È primavera, le giornate si allungano e ben presto tutti noi ci vestiremo sempre meno. Ecco che scatta in noi la voglia di essere in forma. Bisogna premettere anzitutto che ognuno ha un proprio corpo e non esistono misure standard da raggiungere. E’ inoltre necessario dire che la corsa al cosiddetto fisico da spiaggia è quanto di peggiore potremmo fare. Niente potrebbe mettere il corpo e la mente sotto stress come la certezza di dover perdere peso. Ne ho parlato già in precedenza, spiegandovi che l’ansia da dieta può provocare un blocco metabolico. Qualora qualche vostro amico o parente decida di adottare un regime ipocalorico o lo segue da un po’, sarebbe il caso di prestare attenzione al modo in cui ci rivolgiamo nei suoi confronti. Il più delle volte, spinti da buoni propositi e dall’affetto che proviamo per costoro, ci spingiamo oltre e utilizziamo atteggiamenti e linguaggi non richiesti. Di seguito mostro alcuni esempi.

Come stai bene!

La frase tipica di incoraggiamento che diciamo in maniera innocua ad un nostro caro che sta perdendo peso e sebbene potrebbe stupirvi. Una frase del genere potrebbe sortire effetti differenti. Alcune persone che per patologie o altro necessitano di dover perdere molto peso, ogni giorno combattono con se stesse e con il timore di mollare tutto. Dire ad una di queste che sta bene potrebbe avallare l’idea di lasciar perdere il proprio obiettivo prima del tempo, con conseguenze deleterie sulla salute. Non avere un peso eccessivo il più delle volte è una necessità e non soltanto una questione estetica, per salvaguardare i nostri organi interni. Il cuore e le nostre articolazioni, nonché la colonna vertebrale, sono solo alcuni dei nostri organi che risentono di un peso eccessivo.

Non mi dire che sei a dieta?

Questa è la frase che in genere utilizziamo nei confronti dei nostri cari i quali stanno seguendo un percorso e che ai nostri occhi invece stanno solo perdendo tempo. Tutti noi abbiamo un’immagine che spesso non corrisponde alla realtà. Non possiamo sapere quali siano le reali motivazioni che inducono gli altri a perder peso, per cui, a meno che non si tratti di un evidente problema di altra natura, la cosa migliore sarebbe tenersi per se le proprie idee. Qualora si fosse  in presenza di un evidente disturbo alimentare, di sicuro non è questo l’atteggiamento da avere.

 

Vuoi sapere come ho fatto io?

Spinti dall’entusiasmo che il nostro caro abbia deciso di mettersi a dieta ecco che iniziamo a dare tutta una serie di consigli su come abbiamo fatto noi e su quanto sia stato facile. Nessuno ce lo ha chiesto e quindi niente risulta più fastidioso che un consiglio non richiesto.

Ti rimetterai in riga domani!

Consigliare a qualcuno di fare uno strappo alla propria dieta non è solo poco educato ma può essere nocivo. La persona potrebbe non solo cedere come nel caso di cui sopra, ma potrebbe anche non riuscire più ad essere fermo nei propri propositi.

Ecco queste sono solo alcune delle frasi da non dire a chi sta seguendo un regime alimentare dietetico.Ciò che dovremmo fare in genere, nella vita di tutti i giorni e non solo nel caso in cui un nostro amico sia a dieta, è pensare cosa si possa provare a sentirsi dire alcune frasi. Se tutti noi prima di proferire parola pensassimo allo stato d’animo altrui, sicuramente ci sarebbero persone più felici e meno stressate. Vi saluto e alla prossima!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here