Cos’è la dieta fodmap e quando si segue

0
509

Le persone affette da intolleranze alimentari e/o che soffrono di intestino irritabile, sono soggette a gonfiore, crampi e irregolarità intestinale. Tali sintomi sono dovuti al mal assorbimento di piccole molecole difficilmente assorbite dall’intestino, i FODMAPs.

Cosa sono i FODMAPs?

FODMAPs è l’acronimo di  Fermentable Oligosaccharides, Disaccharides, Monosaccharides and Polyols e si riferisce a  piccole molecole che l’intestino non riesce ad assorbire completamente. Questo mal assorbimento comporta, come detto in precedenza,  una serie di fenomeni che determinano una cattiva qualità della vita.  Per migliorare questi sintomi spesso è prescritto loro una dieta in cui si escludono gli alimenti caratterizzati dai FODMAPs.

Quando è prescritta la dieta Fodmap?

Prima di dirti i casi in cui è prescrivibile la dieta Fodmap, voglio dirti quali sono gli alimenti in cui vi è una maggiore presenza di queste molecole, frumento, frutta e verdura. Converrai con me che questa dieta è strettamente connessa alle intolleranze alimentari e alla sindrome dell’intestino irritabile. Uno dei Fodmaps maggiormente presenti e responsabili di tali reazioni è il fruttosio, il quale oltre a fermentare, richiama acqua dal colon. La conseguenza di questo processo di assorbimento acquoso è il dolore e l’ipersensibilità intestinale.

La dieta Fodmap è prescritta in tutti quei casi in cui il paziente avverte sintomi di dolore, aerofagia e crampi al ventre e all’intestino. MOLTO IMPORTANTE è non fare autodiagnosi, il colon irritabile, oppure le intolleranze alimentari possono essere diagnosticate ESCLUSIVAMENTE dopo attenta visita medica e dopo essersi sottoposti ad esami specifici.  Eliminare in maniera autonoma gli elementi che riteniamo responsabili del tuo malessere, magari perché lo hai letto in rete non può fare altro che danneggiare la tua salute. Questo il motivo per il quale non ti dirò quali alimenti evitare nella tua dieta, ciò che ti consiglio è iniziare un diario alimentare sul quale scrivere tutto ciò che mangi e bevi e rivolgerti ad un medico che sappia indicarti cosa fare e quali esami sostenere. SOLO dopo questo passaggi e la diagnosi ricevuta potrai sapere cosa puoi e non puoi mangiare. MI RACCOMANDO. La rete non è il tuo medico di fiducia e i danni di una alimentazione fatta per sentito dire non può che recarti danno. Alla prossima!

Ti è piaciuto questo articolo? Ritieni possa essere utile a te o a qualcuno che conosci? Condividilo sui tuoi canali social e se hai bisogno di un sostegno per migliorare la tua qualità della vita contattami, sono qui per te e ricorda che offro anche consulenza online. Ti aspetto!

Servizi di Psicologia e Nutrizione Aversa

Dott.ssa Rosaria Uglietti

3339769910

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Unamammapsicologa.com utilizza cookies

Utilizziamo cookies per permetterti facilmente di condividere i contenuti sui tuoi Social Networks preferiti. Se rifiuti, puoi continuare a navigare nel sito senza che cookies di terze parti vengano istallati. La tua scelta verrà memorizzata per 30 giorni.