Decorazioni natalizie di pasta al sale

0
1190

Oggi io e Maya in cucina abbiamo deciso di fare qualcosa di divertente e non solo commestibile, abbiamo dato vita alle decorazioni per l’albero fatti di pasta di sale. E’ stato divertente vedere Maya pasticciare, è il primo lavoretto che fa completamente da sola e la sua manualità mi stupisce sempre più. Ancora più divertenti erano le sue domande, mamma ma si può mangiare? No Maya non è il caso. Mamma ma sei sicura? Si Maya, sono sicura! Vediamo adesso come si preparano queste decorazioni.

Ingredienti

2 bicchieri di sale fino polverizzato
2 bicchieri di acqua tiepida
4 bicchieri di farina

E’ molto semplice preparare la pasta di sale, basta unire tutti gli ingredienti e lavorarli, bisogna ottenere un impasto omogeneo ma non troppo molle, affinché possiate successivamente manipolarli e creare le formine. Maya mentre impastava mi ha detto:- Mamma ma ci vuole tanta forza! Ecco è stato l’unico frangente in cui l’ho aiutata, il resto lo ha fatto tutto da sola ed io sono orgogliosa di lei! I coloranti alimentari sono opzionali in quanto la pasta di sale può essere colorata prima della cottura oppure dipinta dopo. Noi, infatti, abbiamo deciso di colorarli in un momento successivo!

Come conservare la pasta di sale

Se non utilizzate subito tutta la pasta di sale preparata, avvolgerla nella pellicola e riporla nel frigo, la collocazione ideale è quella dei cassetti della frutta. Mi raccomando non tenetela troppo in frigo altrimenti tenderà ad indurirsi.

Preparazione delle formine e cottura

Una volta pronto l’impasto date vita alla vostra fantasia, noi abbiamo deciso di fare alberelli, stelline ( le preferite di Maya) e un omino di neve. Mi raccomando non aspettatevi delle forme perfette, la parola d’ordine in questi casi è solo divertimento! E se la cucina si sporca ci penserete poi a pulirla! La cottura è una fase importante per tutto il processo, poiché grazie ad essa si preservare l’integrità dei lavoretti. Importante è che le creazioni si asciughino, l’umidità dell’impasto è il nemico numero uno delle formine che in quel caso tenderanno a rompersi. Alla prossima!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here