Dolori fisici legati alle emozioni, per capirne un po’ di più

0
296

Abbiamo imparato da tempo ormai che il corpo e le emozioni sono strettamente connessi fra di loro. Imparare a comprendere quale sia questa connessione può insegnarci a vivere meglio. Di seguito vi elencherò una serie di connessioni fra le nostre emozioni e le parti del corpo che ne sono colpite.

Vediamo insieme i dettagli

Dolore alla testa: avete mai sentito parlare di carico mentale? Ebbene il mal di testa spesso è proprio il risultato dello stress che scaturisce dal farsi carico di troppe cose o dal peso di una decisione da prendere. Come possiamo risolvere questa connessione? Ogni giorno prenditi dieci minuti per te stessa, puoi prepararti una tisana, fare una passeggiata o semplicemente stare al buio con gli occhi chiusi. Lo so penserai alle incombenze della vita, nessuno ti vieta di prenderti questi dieci minuti la sera prima di metterti a letto.

 

Dolore al collo: avete mai sentito dire:- Questa cosa mi si è ritorta contro come la spada di Damocle? Perfetto! Il dolore al collo può rappresentare una forte auto recriminazione, oppure, un gran senso di colpa. Le persone particolarmente dure con se stesse tendono a non perdonarsi. Una soluzione è scriversi una lettera o una lista con tutto ciò che si ama di se stessi.   Amare te stesso e trovare il perdono può essere la chiave.

 

Dolore alla parte alta della schiena: ti capita di pensare che non ci siano persone che tengano a te? Che non ci sia qualcuno che abbia interesse per te? Il dolore in questa parte del corpo può rappresentare proprio un senso di vuoto affettivo o mancanza di supporto emotivo. Puoi risolvere questa sensazione e situazione chiedendo a chi ti è vicino di essere un po’ più presente, perché, senti l’esigenza di un supporto speciale. Ogni uno di noi può trovarsi nella sensazione di aver perso tutto e di non avere qualcuno su cui appoggiarsi. Il più delle volte è solo stanchezza emotiva, chiedere aiuto è la soluzione.

 

Dolore alla parte bassa della schiena: bollette, mutuo, spese in generale sono preoccupazioni che mettono sotto stress questa zona del corpo. Tutto ciò che per te è sacrificio si accumula in questa parte del corpo, possono anche essere condizioni non economiche ma psicologiche che per te sono sacrificanti. Il tuo corpo ti sta dicendo che alcune situazioni della vita sono divenute intollerabili. Prova a chiederti cosa vorresti cambiare della  tua vita e soprattutto prova a trovare una soluzione. Le condizioni economiche sono difficili da appianare, però puoi sempre cercare delle soluzioni. Ad esempio cambiare banca, provare a surrogare il mutuo o eliminare persone che ti rendono sofferente con la loro presenza.

 

Dolori nel tratto gastrointestinale: hai mai sentito dire che la pancia è  il nostro secondo cervello? In realtà lo è l’intestino ed è anche la sede del nostro sistema immunitario. Nello sviluppo embrionale l’intestino è il primo organo che si forma, per cui è considerato la sede della nostra identità di base. Tutte le volte che qualcosa della nostra vita non ci piace diciamo:- Questa  cosa proprio non mi va giù, non la digerisco. Prova a capire se si tratta di qualcosa da cambiare o semplicemente da accettare. Ad esempio spesso noi combattiamo le nostre patologie e le nostre ansie, questo ci procura mal di stomaco. Ecco se impariamo ad accettare che possiamo vivere bene anche se siamo di indole ansiosa, oppure, abbiamo una patologia, allora il mal di stomaco andrà via.

 

Dolore alle ginocchia: hai presente quando pensi:- Non mi voglio sottomettere a questa persona, oppure, non voglio piegarmi? Tutte le volte che non riusciamo ad andare incontro alle esigenze degli altri, tutte le volte che non riusciamo ad accettare certe situazioni, oppure siamo imprigionati nel nostro orgoglio,  il nostro organismo si blocca.  Più in generale, si può dire che il dolore alle articolazioni, quindi alla parte flessibile del nostro corpo, esprime che siamo chiusi  in noi stessi e ci siamo irrigiditi nelle nostri convinzioni.

 

Dolore alle mani: mi sento un pesce fuori dall’acqua! Esprimiamo in questo modo il nostro sentirci  non in sintonia con ciò che ci circonda. Pur essendo una sensazione molto soggettiva e interpretabile in modo diverso per ciascuno, il dolore alle mani è associato all’incapacità di connetterci con gli altri.  La soluzione potrebbe essere stringere nuove relazioni, trovare nuove situazioni, probabilmente crescendo siamo cambiati e sono cambiate anche le nostre esigenze.

 

Dolore ai piedi: mi sento trascinare in un vortice! Questa è la frase che diciamo quando ci sentiamo smarriti e soffocati dai pensieri negativi. Nei casi più gravi ci sentiamo in questo modo quando si sta attraversando  uno stato depressivo. Chiedi aiuto sia per comprendere quello che provi sia per uscire dalla prigione della negatività.

 

Ricorda una cosa importante, alla base dei dolori psicosomatici c’è la difficoltà nell’entrare in contatto con le proprie emozioni e soprattutto, nel comprendere ed esprimere i propri vissuti emotivi.

 

Il mio consiglio professionale è di rivolgerti ad un medico e fare tutte le opportune verifiche mediche. Se da queste non appare nessuna condizione patologica organica cui imputare il tuo dolore, allora rivolgiti a un professionista per approfondire eventuali problematiche di carattere emotivo che non puoi risolvere da sola. Se senti di aver bisogno di aiuto a ritrovare l’equilibrio emotivo, io sono qui per te!  Se pensi che siamo distanti ricorda che offro anche consulenza online. Se conosci qualcuno che sta vivendo questa condizione condividi questo articolo sui tuoi canali social mi aiuterai ad aiutare.

Consulenza Psicologica e Nutrizionale

Dottoressa Rosaria Uglietti

Via L. Ariosto 11 Aversa (CE)

3339769910

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here