Intolleranze alimentari:l’ago della bilancia non cala, che fare?

0
153

Come si supera la frustrazione di rinunciare a tante cose ma continuare a vedere la bilancia che sale, o comunque non scende? Tempo fa mi fu posta questa domanda da parte di una persona intollerante al lattosio. Carmen, questo il nome della signora, di cui evito per privacy il cognome mi chiedeva:-Ho eliminato tutto e sono così gonfia? Perché? Tutto ciò è dovuto non solo ad una pura questione di cibi, ma anche e soprattutto allo stress dovuto alle rinunce e all’ago della bilancia che sale sempre più!

Che fare?

Se sei giunto su questo articolo è perché non sai più dove sbattere la testa e Google è diventato la tua ultima chance.

Le intolleranze scientificamente accertate sono esclusivamente quella al lattosio, al glutine, al fruttosio e al sorbitolo. Ma se sei intollerante anche ad uno solo di questi alimenti non devi dimenticare la sensibilità che il tuo intestino martoriato ha subito. Ecco perché su di te non basta avere una alimentazione specifica, devi anche condurre una vita libera dallo stress. Facile a dirsi mi starai dicendo, beh ricorda che questa è l’unica soluzione.

Se sei intollerante al lattosio avrai studiato già i mille mila articoli che girano sul web, quelli con la dieta specifica, quelli con l’ultima stregoneria, ma che su di te non hanno avuto successo, perché?

Presto detto, il tuo corpo e la tua mente hanno detto stop! Scendi dal treno! C’è da dire inoltre che lattosio e glutine si trovano in ogni dove e fruttosio e sorbitolo non sono da meno. Tutto questo significa cambiare radicalmente abitudini alimentari, ma anche e soprattutto convivere con il terrore che un alimento da te assunto possa contenere anche solo tracce dei suddetti elementi. Avrai imparato, infatti, che il lattosio è presente negli alimenti più impensabili, perfino nei salumi, perché, è considerato un ottimo conservante. Ciò significa che puoi trovarlo anche nel salame, nella mortadella e in tutto ciò che è un insaccato e puoi trovarlo, inoltre in tutti gli scatolami.

Puoi ritenerti, tuttavia, fortunata adesso, il mercato con alimenti privi di lattosio e glutine è in forte ascesa. Si certo, mi dirai, ma perché l’ago della bilancia continua a salire?

Come ti ho detto prima, molto spesso, il gonfiore addominale non è dovuto solo alla alimentazione, ma anche e soprattutto allo stress accumulato. E poi sono sicura che spesso ti chiederai, perché, proprio a te sia capitato tutto ciò. Ti svelo un segreto, prima accetti la tua condizione e più presto starai bene. In che modo? Beh ammettendo a te stessa che quegli alimenti saranno anche buoni, ma per te sono veleno e prima dirai di no, più in fretta il tuo corpo ti ringrazierà. Adesso stai vivendo un momento transitorio di difficoltà, non sai cosa comprare, non sai cosa scegliere. Non devi avere fretta! La fretta è il tuo nemico principale, è colei che ti impedisce di essere lungimirante nei pensieri. Lo so, scoprire di dover rivoluzionare la tua vita non è  facile da accettare. La sfera alimentare racchiude in se la tua cultura, la tua provenienza, chi sei, le persone che frequenti. Le cene con gli amici, le feste, gli aperitivi e tutto ciò che è sociale comprende il cibo.
E diciamocelo è proprio questo che ti mette ansia, ma questa ansia è la causa di un ago della bilancia che non cala.  Evitare un determinato cibo, che in alcuni casi, come il lattosio è stato assunto per gran parte della vita, può crearti ansia, tristezza, rabbia e inadeguatezza. Vorresti rintanarti in casa, evitando cene, ristoranti e pasti collettivi. Tutto ciò, purtroppo, non ti aiuterà a stare meglio. Devi, lentamente, capire che quegli alimenti non ti fanno bene. Devi trasformare il tuo rapporto con il cibo, non devi pensare che sei diversa e/o sbagliata. Devi solo pensare che in questo modo inizierai a stare meglio e che ti stai prendendo cura di te stessa. Pensa che le cose migliori si fanno con calma e che pesarti continuamente acuisce il tuo stress. Alla prossima!

Ti potrebbe interessare:

 Intolleranze e allergie alimentari sono la stessa cosa? 

Perché è importante il diario nelle intolleranze alimentari?

Blocco metabolico, cos’è e come evitarlo

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here