Perché è utile andare dallo psicologo?

0
224

Nella vita di tutti i giorni possiamo sperimentare emozioni negative,  tristezza, insoddisfazione, inadeguatezza, tutto ciò è fisiologico. Nella maggior parte dei casi riusciamo  anche a fronteggiare i momenti difficili. Può capitare però di sentirsi ingabbiati e di provare sentimenti capaci di interferire con la nostra serenità e di impedire alle nostre azioni di compiersi. Lo psicologo può, in questo caso, diventare un prezioso alleato nelle sfide quotidiane. Tale situazione deve essere percepita come qualcosa di utile e di cui non bisogna vergognarsi.  Pensate a casa, per voi è normale fare una tinteggiata, comprare un monile, ebbene, dovete avere la stessa opinione anche e soprattutto per lo psicologo.

Cosa accade nella realtà? Ci raccontiamo delle scuse!

Tra i luoghi comuni che circondano la mia figura vi è questo pensiero:-Come può uno sconosciuto risolvere ciò che non riesco a risolvere da solo? Un altro pensiero comune è:- Io non sono matto! Ricorda,  lo psicologo non si occupa solo di malattie psichiatriche, la sua attività consiste nell’aiutare le persone a superare con successo le normali sfide evolutive e far sì che la persona viva con maggiore benessere ed auto efficacia se stesso e il proprio ambiente.

Investi  nello psicologo, investi sulla tua salute. No allo psicologo fai da te!

Un altro luogo comune che circondano la mia figura  è  la considerazione che andare dallo psicologo sia dispendioso e inutile. Io ti porto ad una riflessione, sei disposto ad investire tanto danaro per realizzare la casa dei tuoi sogni? La risposta sicuramente è sì! Perfetto! Tu sei la tua casa, l’unico ambiente in cui dovrai vivere per sempre. Andare dallo psicologo è un investimento che ti aiuta ad arginare le crepe e a rendere l’ambiente più armonioso e luminoso.

Un’ulteriore obiezione potrebbe essere:- Mi leggo qualche libro, imparo la tecnica e mi curo da solo! Prendo un farmaco e guarirò! Rammenta una cosa importante, non si gioca con la mente, fa parte di te, al pari di una mano e del cuore. Prenderesti un farmaco per il cuore senza andare da un cardiologo? Sono sicura di no! Ebbene, allora perché, devi rischiare con la tua mente?  I farmaci sono di grande aiuto e possono essere alleati della terapia psicologica, questo è fuori di dubbio, ma solo nei casi più gravi. Se assunti a lungo e in dosi massicce diventano, però, come acqua e zucchero, qualcosa che ti piace, ti allieta per un istante, ma poi avrai bisogno di dosi sempre più massicce. L’efficacia di un percorso psicologico non può prescindere dalla relazione con il terapeuta stesso. Non è, infatti, sufficiente l’applicazione della sola pratica, ma è la relazione interpersonale a sortire effetto sulla cura.

Quali sono le situazioni in cui può essere utile andare dallo psicologo?

 Se il malessere rende difficile la tua concentrazione

Se il malessere interferisce con la  tua resa lavorativa

Se, dopo aver fatto i consulti medici o di altri specialisti, continui a soffrire

Se hai pensieri o reazioni che non riesci a controllare e/o spiegare

Se eviti situazioni che prima ritenevi piacevoli e che, improvvisamente, ti arrecano disagio

Se le tue tensioni si ripercuotono sulla tua salute, un esempio su tutti è l’insonnia, che è sì una patologia fisica, ma può avere cause psicologiche

Se ti senti triste e/o preoccupato e non riesci a reagire

 

Sai, alcune persone mi chiedono aiuto  per superare un lutto, per accettare la separazione dal proprio coniuge o ancora  per avere il coraggio di porre fine ad una situazione. I primi tempi le persone mi guardavano con sospetto, una dottoressa senza camice, che ti sorride e ti fa sedere sul divano o a terra. Ecco chi può essere lo psicologo, non un amico, ma colui che ti tende la mano. Alla prossima!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here