Resilienza uno strumento per vivere felici

5
258

La vita è fatta di episodi belli e brutti, questi ultimi ci fanno perdere fiducia nel mondo. Ogni individuo però è caratterizzato da una capacità che se ben utilizzata, ci permette di avere una buona qualità della vita nonostante tutto. Questa capacità si chiama resilienza.

Che cos’è la resilienza?

La resilienza è la capacità del nostro organismo, quindi mente e corpo, di riequilibrarsi dopo uno scossone della vita. È la capacità di riorganizzare in maniera positiva la vita davanti alle difficoltà che essa ci pone.

Sicuramente ti starai chiedendo come sviluppare questa capacità. Il primo e più arduo passo è costituito dall’accettazione della realtà. Un tipico esempio in cui le persone si sentono schiacciate dalla vita è la morte di un caro. Anche a te sarà sicuramente accaduto nella vita di perdere una persona amata. Pensaci, qual è stato il primo passo che hai compiuto? La negazione della realtà. Non ti sto rimproverando, è umano e fisiologico, accade questo perché tu, come le persone in generale, volete difendervi dal dolore. Appena ti rendi conto di ciò che è successo e  fai i conti con la realtà ecco che emerge la rabbia e il dolore. La cosa migliore che puoi fare è non rifiutare questi sentimenti, ma viverli fino a quando il dolore non ti farà più del male. Non sto dicendo che supererai la morte e non ti interesserà più. Ti sto dicendo che la guarderai con occhi diversi. Non devi avere fretta. Tutte le volte che si prova un grande dolore si crede che questo non possa essere superato. In realtà, se non fuggirai dal dolore sarai in grado più facilmente di stare meglio presto. Hai mai sentito parlare di respirazione consapevole? Si tratta di una serie di esercizi in cui ci si sofferma sul respiro, può essere un ottimo aiuto in questo frangente.

Puoi  sviluppare la resilienza anche attraverso la fiducia in te stessi. Ricorda, ognuno di noi possiede gli strumenti per superare qualsiasi situazione, dobbiamo soltanto crederci. Per  avere fiducia in te stesso devi amarti e prenderti cura di te stesso. Puoi farlo attraverso un hobby che ti fa stare bene, attraverso la cura del tuo corpo e della tua mente e soprattutto ALLONTANANDO  le persone negative che ti circondano. Quelle che trovano brutta anche la più bella giornata di sole. Anche io ho fatto in questo modo e ti assicuro che appena eliminate dalla mia vita le persone negative ho iniziato a stare molto meglio. I sintomi della fibromialgia si sono affievoliti tantissimo e adesso sto molto meglio.

Devi circondarti di persone positive con cui condividere le gioie e i dolori, persone con cui parlare di una crisi può essere fatto con il sorriso e non necessariamente con la commiserazione. In fine se proprio non riesci attraverso queste fasi a sviluppare la resilienza e l’amore nei tuoi confronti rivolgiti ad un professionista che sia in grado di fornirti gli strumenti per vivere serenamente. Alla prossima!

5 Commenti

  1. Nel periodo peggiore della mia vita le passioni sono state fondamentali. Ma ha fatto tanto anche allontanare persone negative anche se non sempre è facile, a volte hanno la capacità di assorbirci ed è difficile trovare la forza di dire no.

    • Certo Monica, soprattutto, perché viviamo in un mondo dove l’educazione equivale al dire sempre sì, oppure, al dire ma è un parente! Questa regola vale per adulti, bambini, anziani, dare il bacio al nonno, frequentare il cugino, andare dallo zio, insomma non potersi esprimere. Essere educati nulla ha a che vedere con il dire sempre sì. Grazie per il tuo contributo Monica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here