Risvegli notturni, l’influenza del sonno Rem

0
707

Molte mamme lamentano la frequenza di risvegli dei propri piccoli. Il ritmo di sonno dei bambini è completamente differente rispetto a quello del neonato, un tipico esempio è costituito dalla fase rem del sonno. I neonati dormono tante ore, anche 16/18, ma il ciclo è molto irregolare e più breve di quello dell’adulto. La fase rem, la fase di sonno attiva è più lunga,  per rendere possibile lo sviluppo cerebrale ed è anche più leggera, questa la causa dei frequenti risvegli.

Caratteristiche del sonno del neonato.

Il sonno del neonato è caratterizzato da una prima ora di sonno profondo ed una successiva in cui il piccolo inizia a muoversi e/o agitarsi. Alcune volte capita  che tuo figlio apra gli occhi, tuttavia, se lo lasci tranquillo può anche ritornare a dormire serenamente. Lo so, i suoi movimenti ti agitano e ti spaventano, è normale, non ti hanno insegnato quali siano le varie fasi del sonno di tuoi figlio. Ricorda, la tua serenità e la voglia di conoscerlo serenamente faranno in modo che tuo figlio possa vivere tranquillamente questa fase. Tornati a casa dall’ospedale ti renderai conto che i passaggi tra queste due fasi possono determinare dei pisolini più brevi, sappi che tu e il papà giocate, in questa fase, un ruolo fondamentale.

 

Ti verrà voglia di prenderlo mentre il tuo piccolo si muove e si agita,  sappi che questo disturberà il suo sonno. In realtà se riuscissi, con calma e pazienza, a carezzare il piccolo e conciliargli il sonno, evitando magari di tenerli in braccio, con il trascorrere del tempo vedrai che queste fasi tenderanno a legare fra loro e a determinare un sonno più lungo. Lo so sei in ansia, magari è il primo figlio ed è per questo che sto cercando di raccontarti nella maniera più dettagliata cosa accade mentre tuoi figlio dorme. Provo a rasserenarti che tutto sta andando bene e che sicuramente ascoltando queste informazioni, riuscirai a placare la tua ansia. Ricorda, questo periodo è fra i più importanti per lo sviluppo di tuo figlio e per la maturazione del ciclo sonno-veglia. Intorno alle sei/otto settimane il sonno rem sarà più breve, di conseguenza la facilità con cui il piccolo si sveglia sarà sempre più breve. Accade che molti piccoli intorno ai sei mesi riescano a dormire anche otto, dodici ore. Un’altra caratteristica del sonno di tuo figlio e di tutti i neonati riguarda la stanchezza, spesso si cade nell’errore che più si è stanchi, più in fretta ci si addormenti. E’ una credenza errata, pensaci, accade anche a noi grandi che più siamo stanchi più difficoltà abbiamo ad addormentarci e non solo, qualora subito cadiamo nel sonno, dormiamo poco e male. Ebbene, la stessa regola vale anche per il tuo piccolo. Accadrà, difatti, che essendo stanco e avendo sonno, il tuo piccolo inizierà a fare i capricci, eccitarsi e diventare iperattivo. Una strategia per notti serene può essere l’osservazione del sonno del tuo piccolo, quando imparerai i suoi segni di stanchezza, che in genere sono simili per tutti i neonati, quindi lo strofinio degli occhi, il tirarsi le orecchie, o ancora il grattarsi la testa, ecco che ha sonno. Non far trascorrere troppo tempo, altrimenti, per le ragioni che ti ho raccontato non si addormenterà. Alla prossima!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here