Tiramisù della mia infanzia

0
199

A casa mia, fin da piccola il tiramisù era il dolce dell’estate, col tempo poi, è diventato il dolce di tutto l’anno. Semplice e veloce da fare. la versione di mamma però, differisce un pochino da quella che in genere è fatta nella casa degli italiani. mamma non è amante del mascarpone, per cui ha sempre optato per una ricetta a misura di bambino e sua. Vediamo insieme gli ingredienti

1 confezione di savoiardi da 200 grammi

1 confezione di panna da montare da 200 ml

1 confezione di scaglie di cioccolato fondente, oppure un blocco di cioccolato da 100 grammi

1 macchinetta di caffè d’orzo, oppure di caffè decaffeinato da sei tazze

Preparate il caffè e/o l’orzo e lasciarlo raffreddare. Noi abbiamo preparato l’orzo affinché Maya potesse mangiarlo, a lei piace molto l’orzo, che può essere sostituito dal caffè decaffeinato. Montate la panna e mettetela in una ciotola.

Immergete i savoiardi nel caffè e/o orzo e fate uno strato. Ricoprite lo strato di savoiardi con la panna, cospargete di gocce di cioccolato, oppure grattare un po’ di tavoletta di cioccolato.

Fate un altro strato e ripetete la stessa operazione fino a quando non sarete arrivati al bordo del contenitore. Noi abbiamo creato tre strati di savoiardi ricoperti di panna e gocce di cioccolato. Maya si è divertita ad aiutarmi e soprattutto a mangiare la panna di cui è golosa. Fate riposare in frigo per tre ore, noi l’abbiamo preparata di pomeriggio per la nostra cena di S. Valentino, insieme alla torta panna e yogurt a forma di cuore. Sì quest’anno non ci siamo fatte mancare nulla e credo e mi auguro che sarà sempre più bello, man mano che Maya crescerà. Trascorse le tre ore il tiramisù è pronto, buon appetito e alla prossima!

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteAdolescenti e autolesionismo
Prossimo articoloPan gocciole di Maya
Mi chiamo Rosaria Uglietti, sono psicologa e mamma, qui potrai trovare informazioni utili sul benessere tuo e della tua famiglia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here